Home Guida Turistica

Quali sono i livelli di conoscenza dell’inglese?

0

Cari lettori di Around the Worldben trovati con le notizie del nostro travel blog informativo. Nel post di oggi andremo a scoprire quali sono i livelli di conoscenza dell’inglese, lingua indispensabile durante i vostri viaggi in giro per il mondo oltre che per qualsiasi nuova esperienza di vita all’estero, sia questa di lavoro o studio.

Oggi più che mai la conoscenza di una lingua straniera è molto importante. Ci aiuta per viaggiare, è un valido supporto nel lavoro e migliora le relazioni sociali con persone straniere che non parlano il nostro stesso linguaggio.

Non tutti però comunichiamo altrettanto efficacemente: mentre ci sono persone che conoscono una o più lingue straniere ad un livello base, altri sono decisamente più avanzati e fluenti, sia nello scritto, che nel parlato. Ma esiste un modo per definire con precisione qual è il nostro livello di conoscenza di una lingua estera? Effettivamente sì ed è proprio a tal proposito che viene in aiuto il CEFR.

 

Cos’è il CEFR?

CEFR è l’acronimo per Common European Framework of Reference for Languages, ossia il quadro comune europeo che offre un riferimento preciso sul livello di conoscenza di una particolare lingua straniera. Sono stati infatti definiti sei differenti livelli di conoscenza (A1, A2, B1, B2, C1, C2) che vanno da un livello base (l’A1) ad un livello pressoché simile a quello di un madrelingua (il C2).

Con le lettere vengono definite tre fasce di competenza determinate: mentre la lettera A indica una conoscenza base di un idioma, la B denota un livello di autonomia in una determinata lingua e la C indica invece un livello di padronanza pressoché completo della stessa.

Nel mondo occidentale, al giorno d’oggi la lingua straniera più diffusa è sicuramente l’inglese. Molti di noi lo comprendono, altri lo parlano in modo fluente, altri ancora scrivono abbastanza bene, ma fanno fatica nel parlato.

Come facciamo quindi a sapere in modo preciso qual è il nostro livello di apprendimento? Un apposito test livello inglese ci dà la possibilità di conoscere con più dettaglio in che fascia ci troviamo. È un riferimento utile perché grazie a quello possiamo muoverci di conseguenza e stabilire un piano d’azione preciso, che definisca gli argomenti da studiare e le aree da approfondire per raggiungere infine il livello successivo.

Ecco una breve ed utile guida al significato dei tre principali livelli del CEFR (A, B e C) che ci può fornire una prima idea di cosa, ad ogni livello, dovremmo essere in grado di fare. 

 

Livello A

La scala CEFR parte da un livello base (A1 – Elementary), con il quale siamo in grado di presentare noi stessi agli altri e comprendiamo le più semplici espressioni d’uso comune. Riusciamo a rispondere a domande semplici, se ci vengono poste lentamente ed in modo chiaro, per semplificarne la comprensione.

Il livello A2 (Lower intermediate) ci permette uno scambio di informazioni dal più ampio raggio e maggiormente dettagliato. Riusciamo infatti a discutere di argomenti a noi familiari e di tematiche comuni, e siamo in grado di esprimere agli altri dei bisogni immediati.

 

Livello B

Il livello B rappresenta invece la fascia intermedia, quella nella quale ci allontaniamo leggermente da una conoscenza base ed iniziamo ad avere un’interazione più fluida e articolata nei confronti delle altre persone. Anche il livello di comprensione dei testi scritti a questo livello migliora e riusciamo a capire con più facilità argomenti anche complessi.

Con un livello B1 (Intermediate) siamo in grado di parlare con maggiore sicurezza e proprietà di linguaggio, riusciamo a gestire più facilmente tutte le situazioni che possiamo incontrare quotidianamente o durante un viaggio e riusciamo a scrivere dei testi semplici su argomenti che conosciamo, descrivendo esperienze ed esprimendo opinioni.

Con il livello B2 (Upper Intermediate) invece, riusciamo a comprendere i concetti chiave di argomenti più complicati e possiamo avere discussioni anche più tecniche su una vasta gamma di argomenti. A questo livello riusciamo a interagire in modo più spontaneo, con meno intoppi e meno difficoltà. Il B2 è infatti considerato un buon livello di inglese ed è spesso richiesto come base da molte aziende durante i processi di assunzione.

 

Livello C

Il livello C è il livello più avanzato. Il penultimo gradino della scala è infatti rappresentato dal C1 (livello advanced), dove riusciamo senza problemi a comprendere testi e argomenti di vario genere, anche piuttosto tecnici e complessi.

Il rapporto con persone attorno a noi a questo livello è decisamente sciolto e fluido: riusciamo ad esprimere concetti articolati ed intavolare discussioni complesse anche su argomenti poco conosciuti e scarsamente familiari. Il livello C2 (Proficiency) è invece il livello più alto, raggiungendo il quale siamo considerati praticamente dei madrelingua.

A questo livello siamo in grado di comprendere con molta facilità discussioni dal vivo e riusciamo a seguire film e dibattiti televisivi su svariate tematiche. Abbiamo anche un’ottima padronanza della parte scritta della lingua e non utilizziamo più i vocaboli e le frasi più comuni, essendo in grado di comunicare ad un livello decisamente più avanzato. Il linguaggio è quindi in generale molto scorrevole e le difficoltà nel rapportarci con il prossimo sono praticamente azzerate.

Scoprire il proprio livello e puntare al successivo

Avendo bene in mente tutti i livelli del CEFR, siamo pronti per affrontare un test di livello, per scoprire quale sia il nostro vero punto di partenza. Ciò sarà di grande aiuto, poiché per ogni differente livello esistono appositi testi di studio ed esercizi specifici che, essendo mirati, ci porteranno a miglioramenti sostanziali in breve tempo.

Per avanzare con più rapidità nel percorso di apprendimento, è utilissimo inoltre immergersi al 100% nella lingua: dopo aver imparato le prime nozioni sulla grammatica e i vocaboli principali, è bene iniziare subito ad esercitarsi con qualcuno, provando a comunicare e scrivere in inglese, ed ascoltate il più possibile persone che parlano la lingua, anche tramite podcast, video e film. 

Questo, unito ad un continuo studio della grammatica, ci permetterà di migliorare in modo decisamente rapido e raggiungere finalmente un alto livello di proficiency

 

Conclusioni

Quali sono i livelli di conoscenza dell’inglese

Sperando di avervi offerto come sempre le informazioni che stavate cercando in merito a quali sono i livelli di conoscenza dell’inglese, restiamo a disposizione per ulteriori dettagli.

Per qualsiasi domanda potete scriverci attraverso la la pagina contatti o utilizzando il seguente indirizzo email:

  • info@aroundtheworld.pro

Alla prossima!

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version