Bandiera Austria

0
30
Bandiera Austria

Cari lettori di Around the World, ben ritrovati con le notizie relative alle sezione bandiere del mondo. Oggi cercheremo vi offriremo un approfondimento in merito alla bandiera dell’Austria, seguendo lo stesso stile utilizzato nei precedenti post dedicati alla bandiera spagnola o alla bandiera inglese.

Così facendo cercheremo di illustrarvi le informazioni più importanti tra cui: storia, colori, tradizione. Buona lettura.

 

Informazioni sulla bandiera austriaca

La bandiera dell’Austria (in tedesco austriaco: Flagge Österreichs) possiede tre bande orizzontali di uguali dimensioni così distribuite:

  • rosso (in alto)
  • bianco
  • rosso (in basso)

È considerata uno dei simboli nazionali più antichi, dato che la prima versione venne registrata nel 1230.

La bandiera a tre bande austriaca ha avuto origine dalle armi della dinastia dei Babenberg. A differenza, per esempio, dello stendardo giallo e nero degli Asburgo, la bandiera rosso-bianco-rossa era da sempre associata al paese e non a una famiglia o a un monarca regnante.

Oltre a fungere da bandiera dell’Austria fin dal 1230, essa fu adottata anche come vessillo navale e bandiere del Granducato di Toscana e del Ducato di Modena e Reggio rispettivamente nel XVIII e XIX secolo, in quanto entrambi erano governati da rami cadetti della casata asburgica.

 

Origini bandiera Austria

La bandiera risale allo stemma della dinastia medievale dei Babenberg, una fascia d’argento in campo rosso (in araldica: Gules a fess Argent). L’origine dei Bindenschild non è stata stabilita in modo definitivo, e forse deriva dai margrafi stiriani della famiglia nobile Otakar, che potrebbero aver adottato i colori dei discendenti del duca carinziano Adalbero (reggenza 1011-1035), un rampollo della casa di Eppenstein estintosi nel 1122. Tuttavia, il margravio di Babenberg Leopoldo III d’Austria (1095-1136) era già stato raffigurato con uno scudo tribale nel 1105.

Potrebbe interessarti anche:  Prefisso telefonico della Romania

Quando l’ultimo Otakar duca Ottokar IV di Stiria morì nel 1192, il ducato stiriano fu ereditato dal duca di Babenberg Leopoldo V d’Austria secondo il Patto di Georgenberg del 1186.

Secondo lo storico del XVIII secolo Chrysostomus Hanthaler, suo nipote, il duca Federico II d’Austria (1230-1246), soprannominato il “Quarrelsome” o il “Warlike”, l’ultimo della dinastia dei Babenberg, dopo la sua adesione progettò un nuovo stemma in rosso-bianco-rosso, un tentativo di prevalere contro i riluttanti nobili locali e di sottolineare la sua autonomia nei confronti dell’imperatore Federico II.

La forma a tre bande è documentata per la prima volta in un sigillo su un atto emesso il 30 novembre 1230, che conferma i privilegi dell’abbazia di Lilienfeld. Il cronista medievale Jans der Enikel riferisce che il duca apparve in abito da cerimonia rosso-bianco-rosso al suo riconoscimento del 1232 nello Schottenstift di Vienna.

I colori della famiglia Babenberg si svilupparono fino a diventare lo stemma dei loro possedimenti austriaci. Dopo che la dinastia si era estinta con la morte di Federico nella battaglia del fiume Leitha del 1246, furono adottati dal suo successore di Přemyslid, il re Ottokar II di Boemia. Durante la battaglia del 1278 sul Marchfeld i colori furono assunti dalla Casa vittoriosa degli Asburgo e gradualmente divennero lo stemma delle Terre Ereditarie della dinastia all’interno della Monarchia asburgica.

 

Colori della bandiera austriaca

La Costituzione austriaca non specifica le sfumature di colore della bandiera, ma ai membri delle Forze Armate austriache viene detto che il colore rosso sullo stemma (che viene utilizzato per lo scudo della bandiera sull’aquila) è Pantone 186 C.

  • Pantone = 186 c
  • RGB = 200, 16, 86
  • CMYK = 0, 100, 80, 5
  • Esadecimale = #C8102E
Potrebbe interessarti anche:  Bandiera della Palestina

 

Bandiere storiche dell’Austria

Nell’immagine seguente troverete le bandiere storiche austriache evidenziate attraverso un’evoluzione temporale.

La prima bandiera, è stata il simbolo della nazione austriaca nei seguenti periodi storici:

  • 1230–1806
  • 1918–1934
  • 1945–oggi

La seconda invece, rappresenta l’attuale bandiera ed è stata utilizzata a partire dal 1955 in avanti.

Bandiera austria 2020
1955 – Oggi

 

Conclusioni

Sperando di avervi offerto maggiori dettagli in merito alla storia della bandiera austriaca, vi invitiamo a seguire il nostro blog.

Per qualsiasi informazione o eventuali suggerimenti siamo a disposizione attraverso la pagina contatti o al seguente indirizzo email:

Alla prossima

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui