Viaggio in Australia, come organizzarlo

0
23
Viaggio in Australia

Cari lettori di Around the World ben trovati con le notizie del nostro travel blog informativo. Nel post di oggi andremo a scoprire tutti i dettagli relativi a come organizzare un viaggio in Australia, meta turistica ambita da giovani e giovanissimi. Cercheremo di rispondere ai principali interrogativi in merito a tale argomento relativi a: quando andare, come muoversi, documenti etc.

Vi ricordiamo inoltre che in passato abbiamo già parlato di Australia con articoli dedicati a scoprire quale fosse la bandiera australiana e quale fosse la capitale dell’Australia.

Perché scoprire l’Australia

Una destinazione come l’Australia ispira d’istinto libertà, spazi infiniti e grandi avventure impossibili da dimenticare. Nella realtà spesso un viaggio in Australia è capace persino di superare le più rosee fantasie.

Il continente australiano è una meta lontana, esattamente agli antipodi ed è capace di fare innamorare all’istante chiunque la visiti, che si tratti di persone che hanno deciso di cambiare vita, di coppie in luna di miele o di giovani desiderosi di fare un’esperienza in grado di stravolgere ogni punto di vista sul mondo.

A causa però di un fuso orario completamente inverso al nostro, della distanza chilometrica infinita e della sconfinatezza del territorio australiano, spesso si tende a pensare ad un viaggio down under come ad un miraggio quasi irrealizzabile

Ma è davvero così complicato organizzare un viaggio di questo tipo? Assolutamente no: basta informarsi al meglio e conoscere alcune informazioni di base su questa nazione dalle mille sfumature. Quali sono gli step essenziali per organizzare un perfetto viaggio in Australia? Ecco qualche indicazione utile e la risposta alle domande più comuni dei futuri viaggiatori. 

Natura Australiana e Paesaggi

 

Come arrivare in Australia e come muoversi? 

Le interminabili ore di volo ed il budget necessario per raggiungere il paese dei canguri riescono a scoraggiare sia chi ha paura degli aerei sia chi non dispone di grandi capitali da dedicare a quest’esperienza. Con un po’ di astuzia però non è difficile reperire in rete un volo low cost ed organizzare il volo in modo che le oltre 20 ore di volo totali non siano poi così traumatiche.

Dall’Italia è necessario effettuare qualche scalo per sbarcare poi nelle rosse terre australiane e sono molte le compagnie aeree che servono i principali aeroporti del continente di Ayers Rock.

Ad esempio Emirates, Thai Airways, Qatar, British Airways ed Etihad sono alcuni dei nomi da tenere d’occhio quando si desidera acquistare un volo per l’Australia. Un trucco smart per trovare la migliore offerta è quella di individuare la tratta desiderata ed impostare un avviso di prezzo che possa segnalare variazioni al ribasso del costo del volo. 

Una strategia per rendere meno pesante lo spostamento è poi quella di prevedere uno scalo che non sia solamente tecnico e di qualche ora, ma che duri idealmente un paio di giorni: molti scelgono ad esempio di volare dall’Italia a Singapore, visitare la zona e ripartire poi con un diverso volo per la patria dei koala.

Muoversi in Australia inoltre è davvero semplice e sono disponibili praticamente tutti i mezzi di trasporto immaginabili per spostarsi all’interno dei suoi ampi spazi. Chi ama viaggiare on the road può ad esempio scegliere di noleggiare un’auto o un van per muoversi tra le diverse tappe del viaggio, ma ci si può anche spostare con gli efficienti ed organizzati autobus delle compagnie locali oppure sfruttando i numerosi e convenienti voli interni.

 

Potrebbe interessarti anche:  Quale moneta si usa a Dublino

Quando andare in Australia? 

Tra i punti più complicati da capire quando si desidera pianificare un viaggio in Australia è il suo clima. Il motivo è che il continente ha una superficie di oltre 7 milioni di chilometri quadrati e le sue zone climatiche sono molto differenti e variegate. Inoltre, le stagioni nell’emisfero australe sono opposte rispetto a quelle dell’emisfero boreale e non sono sempre quattro in tutte le regioni del paese, bensì solamente due in alcuni territori (la stagione delle piogge e la stagione secca).

Organizzare in maniera ottimale un viaggio in Australia significa quindi in primis studiare bene le sue caratteristiche peculiari. Come abbiamo visto, il clima in Australia è molto vario e quando si crea il proprio itinerario è necessario considerare almeno tre scenari distinti: il clima arido, tipico di alcune zone come per esempio l’Outback, il clima mediterraneo, diffuso specialmente nelle aree meridionali dell’Australia ed il clima tropicale, che contraddistingue invece prevalentemente l’area settentrionale della nazione.  

Geograficamente ed amministrativamente parlando, le principali regione australiane sono Northern Territories, Queensland, Australian Capital Territory, South Australia, Western Australia, New South Wales, Tasmania e Victoria: studiare nei dettagli le loro particolarità permette di dare vita al viaggio perfetto. 

 

Scegliere il proprio itinerario

Ovviamente, per ammirare davvero ogni angolo di questa nazione sorprendente servirebbero mesi se non anni di viaggio: chi li ha a disposizione è fortunato, ma quando invece è necessario racchiudere il meglio del paese in un soggiorno di poche settimane pianificare un percorso preciso è imprescindibile.

Innanzitutto è necessario decidere su cosa, dell’offerta turistica australiana, si desidera focalizzarsi: spiagge incontaminate, grandi città, oasi naturali, zone desertiche, piccoli paesi dall’atmosfera hippy o ampie foreste? In Australia c’è tutto ciò che si possa desiderare e fare una lista precisa di cosa non si vorrebbe perdere per nulla al mondo è fondamentale.

Sono molti quelli che scelgono di seguire un percorso ad anello lungo le coste australiane, muovendosi in senso orario o antiorario tra luoghi iconici come Sydney, Brisbane, la Great Ocean Road, la barriera corallina, Darwin, Melbourne, Perth e Cairns.  Ma è d’altra parte impossibile perdersi il cuore rosso del continente e sono da inserire in un itinerario australiano che si rispetti anche simboli quali Uluru e Kata Tjuta. Dire che esiste un imbarazzo della scelta è quantomeno riduttivo. 


I documenti da preparare

Per spostarsi in un’altra nazione, situata oltretutto in un continente diverso, sono ovviamente necessari dei documenti specifici, da preparare con anticipo e portare sempre con sé. Innanzitutto bisogna dotarsi di un passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’ingresso nel Paese.

Per entrare in Australia è inoltre necessario munirsi di un visto, diverso a seconda del motivo di ingresso e della durata del soggiorno: esistono ad esempio sia semplici visti turistici della durata di 3 mesi, che permessi come il Working Holiday Visa, che permette di visitare il paese facendo anche qualche lavoretto nel frattemo. Ma ci sono anche visti dedicati a studenti, lavoratori ed altre categorie di visitatori.

Inoltre, se si ha intenzione di guidare in Australia è bene richiedere prima della partenza una patente di guida internazionale, una sorta di traduzione ufficiale di quella italiana che viene rilasciata dalla Motorizzazione Civile. 


Quale budget è necessario? 

È bene precisare che l’Australia non è purtroppo uno dei paesi più economici al mondo. Tuttavia è possibile organizzare qui sia un viaggio extra lusso spendendo una fortuna, scegliendo per esempio accommodations costose e super confortevoli e muovendosi solamente con voli interni, ma è totalmente realizzabile anche un viaggio super low cost appoggiandosi alle molte strutture quali B&B, ostelli di ottima qualità e alloggi in famiglia.

Inoltre, spostandosi con i mezzi pubblici oppure trovando un’ottima offerta per il noleggio di un mezzo privato anche di categoria base ci si possono togliere grandi soddisfazioni senza spendere una fortuna. Anche ristoranti e svaghi sono davvero per tutte le tasche, in un paese che fa della diversità, dell’internazionalità e della multiculturalità uno dei suoi punti di forza. 

Insomma, questa meta straordinaria può concretamente non restare solo un sogno, ma trasformarsi con qualche intelligente trick ed una buona gestione di tempi e budget in una realtà da ricordare.

 

Potrebbe interessarti anche:  Quale moneta si usa in Vietnam

Conclusioni

Viaggio in Australia

Sperando di avervi offerto come sempre le informazioni che stavate cercando in merito al vostro futuro viaggio in Australia, rimaniamo a disposizione per ulteriori dettagli.

Per qualsiasi domanda potete scriverci attraverso la la pagina contatti o utilizzando il seguente indirizzo email:

Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui