Intervista alla Travel Blogger Ilona di Joy Follower

0
452
Intervista alla Travel Blogger Ilona di Joy Follower

Ciao ragazzi! Buon Lunedì e buona settimana, in vacanza, al lavoro o ovunque voi siate! Around the World vi propone una nuova puntata delle interviste ai travel blogger italiani. Oggi è il turno di Ilona e del suo blog Joy Follower, creato un pò di tempo fa dove racconta al pubblico della rete i suoi viaggi, passioni e luoghi da non perdere. Ecco a voi!

 

Ciao raccontaci di te e presentati ai nostri lettori..

Già da piccolissima, la mia mamma mi dovette recuperare a casa di due mie amiche Cinesi, dove mi fermavo a mangiare riso da una ciotola, un’altra volta tornai con le mani dipinte di hennè, fatto da un’amica Marocchina. Avevo nove anni quando tutti i miei giocattoli furono caricati in un grande camion. A scuola mi fecero una festa. Era il 1989, non c’era internet ed era inusuale vedere famiglie traslocare all’estero.

Lasciammo l’Olanda per trasferirci in Italia, e anche se non avevo idea di cosa mi aspettasse, ne fui davvero felice!Frequentai la Scuola Europea, dove entrai in contatto con moltissime culture diverse, studiai le lingue, e andai a vivere in Belgio per il periodo universitario. Erano poche le persone che capivano la mia sete di viaggiare.



Le mie non erano vacanze, erano viaggi “necessari” per ritrovare il mio equilibrio, ed ero disposta a rinunciare a tutto il resto pur di viaggiare con una certa frequenza. 

Tornai in Italia, iniziai la mia carriera e nacque mia figlia. Oggi ho trentanove anni, ricopro un ruolo manageriale in una società di moda, e continuo ad avere la stessa curiosità verso il mondo. Il mondo è cosi grande, ma allo stesso tempo cosi piccolo, e ogni volta che salgo su un aereo, tutti i pezzi del puzzle cadono al loro posto e sento di “essere a casa”.

 

Di cosa tratta il tuo blog ? Da quanto tempo è nato?

Il blog è nato il primo luglio 2018, dopo aver scoperto una persona che come me, aveva la mia stessa passione indomabile per i viaggi. Con Beatrice abbiamo realizzato a Joyfollower, che nasce dal “Maiunagioia” che conosciamo tutti. Ecco, i viaggi sono quelle gioie che cerchiamo sempre!Il nostro intento sarebbe di trasferire un po’ di passione per le bellezze del mondo ai nostri lettori. Nel tempo vorremmo espandere la sezione dedicata al nostro territorio (Lago di Como e Lago Maggiore), e il mio sogno nel cassetto sarebbe di scrivere dei libri per “piccoli viaggiatori”. Mi sarebbe piaciuto acquistarne quando mia figlia era piccola, ma non trovandone, me li sono dovuti creare da sola.

 

Parlaci di viaggi: il viaggio più bello che hai mai fatto? Quello che ti ha deluso di più?

Ogni posto che ho visitato mi ha lasciato qualcosa di memorabile. Alcuni per la gente, altri per il mare, altri ancora per la cultura. Sicuramente vedere il cielo stellato dal deserto del Sahara è stata una delle esperienze più forti. Anche il viaggio “fai da te” in Messico è stato memorabile, dove abbiamo aspettato per ore il bus in un paesino sperduto sull’oceano, che non è mai arrivato. Alla fine uno del posto ci ha accompagnato in auto!

Uno dei posti che mi ha un po’ deluso invece è stato Bali. L’isola è molto bella, ma ho davvero faticato a trovare quell’atmosfera che mi permette di sentirmi parte del posto, assorbendo gli odori e le usanze senza un milione di turisti che fanno a gomitate per una foto di un’attrazione.



L’isola è diventata talmente turistica che anche i driver si sono adeguati alle necessità dei turisti; quello di visitare più posti possibili in meno tempo possibile. In pratica un tour fotografico. Se cercate #bali su instagram, vedrete che alla fine sono tutte uguali…. Il giorno che ho preferito è stato quando il nostro driver si è perso in periferia di Ubud, e ho potuto vedere quel lato non turistico che amo di più!


Quale viaggio ti piacerebbe fare nel prossimo futuro?

Mi piacerebbe andare in Costarica, e anche in Oman, ma la lista di posti da vedere è davvero immensa. Mi vergogno di non essere mai stata a Napoli, e di non aver mai visto il Vesuvio. Forse dovrei dedicarmi prima a quello?


3 qualità che un travel blogger deve possedere nello svolgimento del suo lavoro?

Deve essere prima di tutto una passione, perché una vera passione trova sempre la sua strada, SEO o no, si scrive per i propri lettori! Poi ci vuole molta costanza e perseveranza. Nessuno ha detto che sarebbe stato facile! Ultimo, ma non per importanza, non può mancare un po’ di creatività nel trovare argomenti interessanti, scrivere quello che in rete non si trova, oppure di scriverlo meglio!

 




Quanto sono importanti i social media per farti conoscere?

I social media sono uno strumento fondamentale per farsi conoscere. Noi otteniamo la maggior parte del traffico su Joyfollower da Facebook.  Non sono amante di Instagram, forse perché lo vedo molto lontano da un blog. Con Instagram si hanno pochi secondi per catturare l’attenzione dei followers, che sono lì per vedere foto, e difficilmente un’immagine porta alla lettura di un articolo. Detto ciò bisogna esserci su Instagram, se si vuole stare (o arrivare) sulla cresta dell’onda! 



Mantenere i social media richiede molto tempo e impegno che non sempre è facile da tirare fuori con un lavoro a tempo pieno e una famiglia. Nonostante ciò però prossimamente faremo diventare anche Pinterest un posto insicuro!

 

Conclusioni: Intervista alla Travel Blogger Ilona di Joy Follower

Desideriamo concludere questa intervista, ringraziando Ilona per la disponibilità e gentilezza. Sperando che questa intervista sia piaciuta a voi quanto al nostro team, vi invitiamo a seguire i prossimi le prossime avventure di Joy Follower.

Alla prossima!

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome